Comunali 2019 PD 

Matteo Ianzano si dimette da segretario del PD, annullata l’assemblea di Domenica per la scelta del candidato sindaco

Il segretario cittadino del PD, Matteo Ianzano, ha rassegnato le sue dimissioni annullando l’assemblea di Domenica 10 Febbraio per la scelta del candidato sindaco.

“Nella mia qualità di Segretario – spiega Matteo Ianzano – ho cercato di incoraggiare questo percorso di uscita dal vecchio schema, rispettando tutte le regole statutarie, giungendo addirittura ad indire una votazione nell’Assemblea degli iscritti. Purtroppo ho registrato un grande stato di insofferenza dei quadri dirigenti ai vari livelli. Le pressioni sulla necessità di salvare Francesco Miglio, evitando addirittura il venir meno del PD all’interno della sua coalizione, mi ha portato a comprendere che il processo di rinnovamento non sarebbe stato accompagnato dai vertici del Partito. Ho l’esperienza politica sufficiente per comprendere quanto sia assolutamente dannoso un conflitto, anche solo potenziale, tra i vari livelli. A questo si è aggiunta una comunicazione ufficiale di indisponibilità di Nazario Tricarico che, pur ringraziando per l’attenzione, ha rilevato quanto sia molto difficile coniugare le dinamiche interne del Partito Democratico a quelle del suo progetto di rinnovamento. Pertanto, si rende chiaramente opportuno annullare l’Assemblea indetta per il giorno 10 Febbraio 2019 e rimettere agli organi provinciali ogni futura determinazione. Ciò premesso, quanto alla posizione del sottoscritto, sento di dover affermare quanto segue: preso atto della situazione, dichiaro la mia assoluta indisponibilità ad appoggiare, secondo le direttive degli organi superiori, il candidato unico Francesco Miglio, un candidato in cui non credo. Prima del mio ruolo di Segretario, è una scelta che sento di dover fare da cittadino. La città di San Severo, la mia città, la nostra città, ha bisogno di cambiare pagina. A differenza di un quadro politico locale alquanto sconfortante, incapace di riconoscere lo straordinario valore di un certo impegno politico, e non essendo miope, scelgo la strada di un possibile cambiamento. Si tratta di una scelta di campo che, in una città preda del disagio dovuto a disoccupazione e criminalità, sento in coscienza di dover fare. Io sto con Nazario Tricarico”.

Articoli sullo stesso argomento